L’ACCESSO SEMPLICE E VELOCE AI DATI SANITARI

in
Un progetto di ricerca a favore dei cittadini portato avanti da Provincia e Università di Trento insieme alla Fondazione Bruno Kessler
di Alberto Zanutto

Dopo aver visitato un centro di prelievo pubblico per una radiografia o una visita specialistica, possiamo tornare a casa e nell’arco di poche ore ricevere via email la comunicazione che il referto, firmato dal medico, è pronto nella nostra TreC personale.

TreC è la piattaforma elettronica che consente, a cittadini residenti o domiciliati nella Provincia di Trento, di consultare i propri referti online e le ricette farmaceutiche e/o specialistiche, di pagare online con carta di credito una o più prestazioni sanitarie e di gestire, comodamente, anche la cartella dei propri figli.

Questo piccolo cambiamento per molti pazienti è di grande interesse e, oltre a dare l’effettiva impressione che anche nella burocrazia pubblica qualcosa sta cambiando, molti cittadini e cittadine possono ridurre tempi e costi per ottenere un servizio sanitario migliore: puntuale, archiviato in modalità sicura, di facile accesso attraverso anche la sola email personale, e soprattutto digitale.

Il progetto TreC è il risultato di un’attività di ricerca scientifica guidata dal Dipartimento Salute e solidarietà sociale della Provincia autonoma di Trento, in collaborazione con vari enti e istituzioni di ricerca e servizi. Hanno collaborato al progetto la Fondazione Bruno Kessler (FBK), e in particolare l’unità e-Health, l’Università di Trento con gruppi di lavoro della Research Unit on Communication Organizational Learning and Aesthetics (RUCOLA) - Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale e della Facoltà di Giurisprudenza e, per un breve periodo, la IULM di Venezia.

I lavori si sono sviluppati in una prima fase prototipale dal 2008 al 2010, una seconda fase di sperimentazione su 500 cittadini dal 2010 al 2012 e infine, dal 2012 a oggi, con il pieno utilizzo del sistema, ora a disposizione di tutta la comunità trentina (https://trec.trentinosalute.net). Attualmente sono iscritti alla piattaforma TreC circa 20.000 persone.

Dal punto di vista teorico, il lavoro si è sviluppato affrontando molti dei nodi che nel campo dell’ICT si sollevano a proposito della condivisione dei dati tra ospedali, medici di medicina generale e cittadini, distinti nelle varie condizioni di salute. Questi ultimi, attraverso la piattaforma, possono accedere a quello che nel mondo anglosassone viene definito Personal Health Record (cartella clinica personale).

L’obiettivo è il miglioramento della qualità dei servizi sanitari e allo stesso tempo la riduzione dei costi ch