foto Maurizio Bedin

ORNITOLOGIA: DAI CAMBIAMENTI AMBIENTALI ALLE MIGRAZIONI

in
Organizzato da Università di Trento e Muse il XVII Convegno Italiano di Ornitologia
di Marco Ciolli e Paolo Pedrini

Dal 11 al 15 settembre 2013 si è svolto a Trento il XVII Convegno Italiano di Ornitologia organizzato da Marco Ciolli del Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica dell’Università di Trento (DICAM) e da Paolo Pedrini del Museo delle Scienze (MUSE) di Trento con la collaborazione di Daniela Campobello dell’Università di Palermo e del Centro Italiano Studi Ornitologici (CISO).
Il convegno si è svolto nella nuova sede estremamente funzionale del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell'Università di Trento in via Tommaso Gar; si è inoltre articolato in varie attività alcune delle quali hanno avuto luogo presso il MUSE. Il convegno ha visto la partecipazione di circa 300 persone provenienti da tutta Italia tra ricercatori, studiosi e pubblico vario interessato alla tematica. Il programma ha previsto tre giorni di comunicazioni e un giorno di escursione nel Parco Naturale Adamello Brenta.

Dato l'alto numero dei partecipanti, il convegno si è articolato in una serie di sessioni, alcune delle quali parallele, simposi e tavole rotonde. Queste ultime, in particolare, sono servite per affrontare i temi tradizionali dell’ornitologia nazionale, ma anche aspetti applicativi dell'ornitologia. I temi trattati nel convegno sono stati vari e diversificati, possiamo citare fra gli altri gli effetti dei cambiamenti globali, l’ecologia alpina e la conservazione, la migrazione e l'ecologia comportamentale, la genetica, l'utilizzo di tecniche geospaziali per il monitoraggio e lo studi