©-Alexander-Raths, Fotolia.com

PRESTIGIOSO PREMIO A UN DOTTORE DI RICERCA DELL’ATENEO

in
Kenneth Beyerlein riceve l’EPDIC Young Scientist Award 2012 per gli studi sulle nano-particelle
di Paolo Scardi

Il premio EPDIC (European Powder DIffraction Conference) 2012 per giovani scienziati è stato assegnato a Kenneth R. Beyerlein, Dottore di Ricerca presso l’Università degli Studi di Trento e il Georgia Institute of Technology (GATech) di Atlanta (USA), e Post-Doc Scientist nel gruppo del Prof. Henry Chapman al Center for Free-Electron Laser Science (CFEL) di DESY, Amburgo (D).
Il prestigioso riconoscimento è stato assegnato per gli eccezionali risultati ottenuti nell’ambito degli studi di dottorato sulla modellazione e interpretazione degli spettri di diffrazione da nanoparticelle.

Di seguito è riportato il testo di un’intervista rilasciata dal Dr. Beyerlein all’ufficio stampa dell’istituzione presso la quale opera al momento, il Deutsches Elektronen-Synchrotron (DESY) di Amburgo (D) (si veda: http://www.desy.de/index_eng.html , menu “News” del 01.11.2012. Si ringrazia DESY e l’autore del testo, Manuel Gnida)(traduzione a cura di C. Zanetti, nell’approfondimento la versione in lingua originale).

“Nell’industria c’è un fitto dibattito in corso sul concetto di nanotecnologia” dice il dottor Bayerlein vincitore del premio EPCDIC (European Powder DIffraction Conference) 2012 “Quando questa industria sarà matura e i prodotti saranno distribuiti su larga scala, sarà importante caratterizzarli per assicurare la loro qualità e riproducibilità.” Un potente metodo per studiare minuscoli nano-materiali è la difrattometria a raggi X di polveri. In modo analogo a come un medico usa i raggi X per osservare internamente il corpo del paziente così i ricercatori utilizzano i raggi X per sondare miscele di nano particelle e determinare le loro proprietà. “Spero che la mia ricerca ponga le basi per un utilizzo affidabile della difrattometria di polveri come strumento di caratterizzazione dei nano-materiali” dice Beyerlein.