Un veduta della sala durante il seminario - foto Alessio Coser – archivio Univer

LA DONNA TRA POESIA E RITO NELLA GRECIA ANTICA

in
Il tributo delle vergini locresi nell’Alessandra di Licofrone. Conversazione con Giulia Biffis, honorary fellow presso lo University College London
di Elena Franchi e Giorgia Proietti

Lo scorso 26 novembre la dottoressa Giulia Biffis, honorary fellow presso lo University College London, ha tenuto presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento una lezione intitolata “Il tributo delle vergini locresi nell’Alessandra di Licofrone”. L’incontro si è svolto all’interno della cornice della seconda annata del Seminario permanente di Storia antica “Nuovi approcci interdisciplinari alla storia antica. Dialoghi su cultura, politica, società”, ideato nel 2010 dalle sottoscritte, sotto la responsabilità scientifica del professor Maurizio Giangiulio. Il seminario, a cadenza tri- o quadrimestrale, intende indagare la documentazione relativa alle dinamiche interne ed esterne alle comunità antiche con riferimento e discussione critica dei paradigmi teorico-metodologici elaborati dagli antichi e dai moderni in ambito letterario, storico-storiografico e antropologico. Gli interventi più significativi della prima annata, raccolti sotto il titolo di Forme della memoria e dinamiche identitarie nell’antichità greco-romana, sono in corso di pubblicazione, ancora a cura delle sottoscritte, per la collana Quaderni del Dipartimento di Lettere e Filosofia.

Giulia BiffisDottoressa Biffis, in cosa consisteva il rito delle vergini locresi secondo le ricostruzioni moderne?

Complici la lacunosità e la contraddittorietà delle poche informazioni trasmesse dalle fonti antiche, non è possibile ricostruire questo rito in maniera convincente da un punto di vista storico. Tuttavia gli antichi ci raccontano che i Locresi, colpiti da una terribile carestia, chiesero all’oracolo cosa fare. Scoprirono così che la calamità dipendeva dal sacrilegio che Aiace, Locrese appunto, aveva compiuto stuprando Cassandra supplice nel tempio della dea Atena durante la presa di Troia. Si rendeva quindi necessario placare l’ira della dea inviando per mill