NUOVE TECNOLOGIE PER LA COMUNICAZIONE

in
L’Università di Trento ospita la conferenza europea sulle reti di sensori wireless
di Gian Pietro Picco

I progressi tecnologici nella miniaturizzazione dei circuiti integrati oggi ci consentono di costruire “mini-computer” di dimensioni ridottissime, grandi quanto una moneta o poco più. Questi dispositivi, tipicamente alimentati a batteria, sono tuttavia in grado di svolgere sofisticate elaborazioni a bordo, scambiarsi informazioni mediante comunicazioni radio (analoghe al WiFi dei computer portatili) e perfino interagire con l’ambiente mediante sensori e attuatori. 

Da oltre dieci anni l’uso di questi dispositivi, organizzati nelle cosiddette “reti di sensori wireless” (wireless sensor networks, WSN), costituisce uno dei temi di maggior interesse nell’ambito delle tecnologie dell’informazione. Grazie all’assenza di cavi di alimentazione e comunicazione, questa tecnologia all’avanguardia consente di installare un sistema di monitoraggio con numerosi punti di misura in maniera semplice e flessibile, mantenendo i costi contenuti. 

La maggiore flessibilità delle soluzioni basate su WSN, tuttavia, introduce una maggiore complessità nella progettazione, ad esempio per garantire l’affidabilità de