SCUOLA ESTIVA SUI SISTEMI ENERGETICI DEL FUTURO

in
A confronto esperti di livello internazionale e giovani ricercatori provenienti da Paesi diversi
di Davide Brunelli e Roberto Passerone

Dal 25 al 29 luglio 2011 si è svolta a Trento, presso la Facoltà di Ingegneria al Polo Scientifico e Tecnologico Fabio Ferrari, la prima edizione della scuola estiva su ICT for Future Energy Systems, che ha visto coinvolti numerosi studenti e docenti provenienti da diversi Paesi del mondo. L’obiettivo della scuola, come inteso dagli organizzatori ingegneri Davide Brunelli e Roberto Passerone, ricercatori presso il Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell’Informazione (DISI), è stato di fornire una visione fortemente interdisciplinare e integrata dell’argomento riunendo a Trento un gruppo di ricercatori di spicco in vari settori attinenti l’energia. I contenuti della scuola sono stati ad ampio spettro, in modo che studenti di dottorato e post-doc potessero cogliere chiaramente le dipendenze esistenti tra discipline apparentemente lontane, quali la generazione e distribuzione di energia, le dinamiche di mercato, la sensoristica, l’informatica, l’elettronica e le telecomunicazioni, così da fornire gli strumenti per un uso più efficiente e sostenibile dell’energia e per garantire la conservazione dell’ambiente. Come spiegato da uno dei docenti durante le lezioni: “È stato solo quando abbiamo cominciato a parlare e ad intenderci con i colleghi di altri dipartimenti che sono apparse manifeste le opportunità di sinergie e di risultati di rilievo”.

Dopo una introduzione del professor Dario Petri, direttore del DISI, e del dottor Gian Mario Maggio, direttore della ricerca a Create-Net, la scuola è stata aperta dal professor Alberto Sangiovanni Vincentelli, docente presso l’Università della Californa, Berkeley, e IEEE Fellow. Nella sua lezione, particolarmente apprezzata dagli studenti, ha presentato una vasta panoramica sulle diverse problematiche legate al controllo energetico, focalizzando l’attenzione sugli edifici ed evidenziando l’efficacia di tecniche informatiche anche in relazione alle politiche energetiche messe in atto da vari Paesi. I giorni seguenti sono stati di natura più tecnica. Il professor Nuno Pereira del Politécnico do Porto ha illustrato l’uso di infrastrutture fisiche densamente instrumentate per l’efficienza energetica, mentre il p