STUDENTI DI SHANGAI A TRENTO

in
La Facoltà di Lettere ha ospitato per un anno 7 studenti e un ricercatore della Shanghai International Studies University
di Daniela Tosi

L’accordo di cooperazione tra l’Università di Trento e la Shanghai International Studies University firmato nel 2004, che riconosce nelle relazioni culturali e scientifiche tra università uno strumento indispensabile per la comprensione reciproca delle culture, per l’avanzamento delle conoscenze e per la diffusione del sapere, ha definito i termini per una serie di possibili collaborazioni.

Nell’accordo quadro con l’ateneo cinese è prevista e promossa la realizzazione di progetti di ricerca comuni, che comportino la mobilità di ricercatori e docenti e lo scambio di materiale scientifico, la partecipazione comune ai programmi promossi dalla Commissione europea o da altri enti e fondazioni e infine, ma non ultimo, la collaborazione nei percorsi formativi, con la mobilità di studenti e dottorandi.

È proprio nell’ambito di questo ultimo punto dell’accordo che sette studenti e un ricercatore del corso di Lingua e cultura italiana dell’università partner, sostenuti da una borsa di studio finanziata dallo Stato cinese i primi e dal nostro Ministero degli Esteri il secondo, hanno appena concluso un periodo di scambio di un intero anno accademico a Trento.
Gli studenti, che hanno seguito corsi di lingua e letteratura italiana e di storia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia, hanno così potuto migliorare le loro abilità linguistiche ma soprattutto hanno potuto approfondire la conoscenza della cultura e della storia italiana in un contesto favorevole.

Un’occasione irripetibile per chi studia la lingua e la cultura italiane da una prospettiva così lontana.
Alla fine della loro esperienza è stato previsto un momento di verifica e confronto con alcuni dei professori e dei ricercatori che li hanno seguiti durante la loro e