Supermarchés © Bernard BAILLY, Fotolia.com

LA VIOLAZIONE DELLE REGOLE DI CONCORRENZA

in
Garantire la tutela di aziende e consumatori con nuovi strumenti processuali come la class action
di Gian Antonio Benacchio e Michele Carpagnano

Nei giorni 15 e 16 aprile si è svolta la terza edizione del convegno di studio sull’applicazione giudiziale delle regole di concorrenza.
Il convegno promosso dal Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università di Trento e co-finanziato dalla Regione autonoma Trentino Alto Adige/Südtirol e dalla Provincia autonoma di Trento, ha visto la partecipazione di oltre cento esperti e studiosi della materia oltre che economisti, rappresentati delle istituzioni nazionali e comunitarie, magistrati, avvocati e consulenti di imprese.
L’iniziativa si è avvalsa della collaborazione della Commissione europea (DG Competition), del Consiglio Superiore della Magistratura (Roma) e del supporto del Centro di Documentazione europea della Provincia di Trento. Sono intervenuti anche due funzionari dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato appositamente delegati dal presidente Antonio Catricalà.

Il convegno, come le precedenti edizioni, è stato strutturato in due giornate. Nella prima giornata, l’attenzione è stata rivolta alla realtà italiana dell’applicazione giudiziale delle regole di concorrenza e dei relativi rimedi. La seconda, invece, ha fatto il punto, assieme al Funzionario della Commissione Europea Wolfgang Mederer, Head of Unit in the European Commission’s Directorate General for Competition, sullo stato attuale delle azioni di risarcimento del danno nell’Unione europea al fine di individuare le principali problematiche, le questioni controverse e per discutere possibili soluzioni da adottare anche a livello nazionale. I lavori della seconda giornata sono stati svolti in italiano e inglese con servizio di traduzione simultanea.

La tematica del risarcimento del danno a seguito di una violazione delle regole di concorrenza &eg