IL PROGETTO LUCRETIUS

in
Un prestigioso ERC Advanced Grant alla ricerca sui fondamenti per l’evoluzione di software
di John Mylopoulos
Approfondimento: 

I sistemi software sono entrati in ogni aspetto della nostra vita, sia in ambito personale che professionale. Sfortunatamente i costi per l’evoluzione di un sistema software, durante la sua vita, in risposta ai cambiamenti delle infrastrutture ambientali e tecnologiche sono una spirale al rialzo, apparentemente fuori controllo. Pertanto, la più grande sfida per l’industria software mondiale è come tenere a freno questi costi. Il principale obiettivo del progetto Lucretius è sviluppare una base teorica per concetti, strumenti e tecniche che supportino e facilitino l'evoluzione del software.
Il finanziamento del progetto Lucretius è stato approvato dal Consiglio Europeo della Ricerca (ERC) nel concorso del 2010. Il progetto finanzierà le attività di ricerca del Laboratorio Athena del Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell’Informazione (DISI), in collaborazione con i colleghi della Fondazione Bruno Kessler (FBK) e del Laboratorio di Ontologia Applicata del CNR (CNR-LOA). In particolare, i partecipanti del DISI al progetto includono John Mylopoulos (responsabile della ricerca), Paolo Giorgini, Fabio Massacci, Roberto Sebastiani, Themis Palpanas e Yannis Velegrakis, ma anche membri FBK, Anna Perini e Angelo Susi, così come Nicola Guarino del CNR-LOA. In tutto, al progetto collaboreranno più di 20 partecipanti a tempo pieno, prevalentemente studenti di dottorato e assegnisti di ricerca.

Il progetto è stato intitolato alla memoria di Tito Lucrezio Caro (Titus Lucretius Carus), un poeta e filosofo romano che visse nel I secolo a.C. Si sa molto poco a proposito della sua vita, fatta eccezione per un capolavoro intitolato “De Rerum Natura” (“Sulla natura delle cose”) dove espone la teoria dell’evoluzione delle specie biologiche, ma argomenta anche in modo eloquente contro la superstizione, come sottolinea Virgilio: "Felice chi ha potuto investigare le cause delle cose e mettere sotto i piedi tutte le paure, il fato inesorabile, il risuonare dell'avaro Acheronte."
Un punto focale della ricerca che sarà condotta in questo progetto è la progettazione di sistemi software adattativi. Questi sistemi