L’UNIVERSITÀ PARLA IL LINGUAGGIO DELL’IMPRESA

in
Nasce KNOWTRANSFER il nuovo periodico dell’Università di Trento dedicato al trasferimento tecnologico
a cura dell’Ufficio Stampa dell’ateneo

Un nuovo strumento per favorire la conoscenza dei progetti e delle attività di ricerca svolte all’interno dell’Università di Trento approfondendone le possibili ricadute applicative d’interesse per il territorio. Una nuova opportunità per migliorare la comunicazione e i rapporti tra la comunità accademica, il mondo dell’industria e quello delle istituzioni. È stato presentato lo scorso 4 aprile, durante una conferenza stampa in Rettorato, il nuovo periodico “KNOWTRANSFER, tecnologie e saperi tra università e impresa”, disponibile in edizione sia cartacea sia online.
A illustrare il primo numero del giornale dedicato al trasferimento tecnologico dell’ateneo sono stati Davide Bassi, rettore dell’Università di Trento, e Claudio Migliaresi, direttore di KNOWTRANSFER e delegato del rettore per le funzioni di coordinamento di ateneo per il trasferimento tecnologico e le politiche di brevettazione.

“L’obiettivo di questo nuovo periodico - ha spiegato il rettore Davide Bassi - è far conoscere quello che facciamo, ma anche creare nuovi legami e stabilire contatti con aziende, società, istituzioni pubbliche e private di ricerca e pubbliche amministrazioni. Rispetto a quanto comunemente fatto dagli enti di ricerca, l’università ha una specificità che può giocare un ruolo determinante anche nel collegamento con le imprese. Infatti, oltre a produrre risultati di ricerca che possono essere brevettati, trasferiti ad una nuova impresa o ad un’impresa esistente, l’università ‘produce’ capitale umano, ossia laureati, dottori di ricerca, giovani ricercatori che sono portatori naturali di know-how e saperi specifici e possono assumere un ruolo centrale nella collaborazione con le imprese”.
Claudio Migliaresi si è soffermato sul titolo scelto per il periodico: “KNOWTRANSFER può avere un doppio significato. Vuol dire sia ‘Conosci il trasferimento tecnologico’ sia ‘Trasferisci la conoscenza’. Con questo periodico noi desideriamo fare entrambe le cose: mostrare al mondo delle imprese, delle istituzioni e ai cittadini in generale le attività di ricerca che svolgiamo all’interno dell’università, ma anche trasferire conoscenze e risultati frutto delle ricerche”. Ha poi detto che il periodico avrà cadenza quadrimestrale e sarà stampato in 8 mila copie, delle quali 5 mila spedite a indirizzi mirati. “L’obiettivo di questo nuovo strumento - ha aggiunto - è far sì che chi ha bisogno di conoscere quello che facciamo, abbia un’ulteriore opportunità di conoscerlo”.

KNOWTRANSFER esce in edizione sia cartacea sia online. Chi è interessato a riceverne gratuitamente una copia cartacea per posta, ne può fare richiesta alla redazione (ufficio.periodici@unitn.it). Chi, invece, desidera ricevere gratuitamente per e-mail la segna