FRIEDRICH MIESCHER E LA SCOPERTA DEL DNA

in
Un secolo prima di Francis Crick e James Watson un medico svizzero studia il segreto della vita
di Paolo Macchi e Ralf Dahm
Approfondimento: 

A Cambridge c’è un vecchio pub chiamato The Eagle, diventato negli ultimi 50 anni un luogo simbolico e meta obbligata per molti biologi. Sembra infatti che proprio in questo pub, Francis Crick proclamò con una certa enfasi “We have discovered the secret of life!”. Era il 1953.

Quando si parla di molecola della vita il riferimento al DNA è immediato: e parlando di DNA il riferimento a Francis Crick e James Watson lo è altrettanto. Tuttavia, abbinare i loro nomi alla scoperta del DNA è un errore frequente, che avviene anche in articoli pubblicati in prestigiose riviste scientifiche come “Nature” (Nature 468, p. 897). In realtà Watson e Crick, insieme a Maurice Wilkins, il sempre dimenticato della triade di premi Nobel, decifrarono “soltanto” la struttura della molecola del DNA nonchè il meccanismo con cui l’informazione in essa contenuta viene trasmessa inalterata (o quasi, come dimostrano le mutazioni).

Friedrich MiescherLa scoperta della molecola del DNA, invece, risale al 1869 - quasi un secolo prima della pubblicazione del lavoro di Watson e Crick - grazie alla ricerca di un medico svizzero, Johann Friedrich Miescher. La scoperta di Miescher si colloca in un periodo importante per le scienze biologiche: dieci anni prima, infatti, Charles Darwin aveva pubblicato la prima edizione de “L’origine della specie”. Qualche anno dopo Darwin, Gregor Mendel aveva formulato le leggi fondamentali sull’ereditarietà dei caratteri acquisiti e pubblicato i propri risultati ponendo le basi per la moderna genetica.

Nato nel 1844 e