DA MARIO MONICELLI A KEN LOACH

in
Rassegna cinematografica dedicata al lavoro alla Facoltà di Sociologia
di Annalisa Murgia

La rassegna su cinema e lavoro, organizzata dal corso di laurea magistrale in Lavoro, organizzazione e sistemi informativi (LOSI) della Facoltà di Sociologia, è arrivata alla sua sesta edizione.

Il tema del lavoro, e soprattutto delle recenti trasformazioni che hanno investito le forme del lavoro contemporaneo, è centrale all’interno del percorso formativo che il corso di laurea magistrale propone. E il cinema, fin dalla sua nascita, ha rappresentato e narrato vite, luoghi e mondi legati al lavoro, affermandosi come uno dei principali strumenti di analisi e fonte di immagini della società. Questa rassegna cinematografica parte dunque dalla Facoltà di Sociologia, ma vuole aprire - attraverso le storie narrate dalle pellicole presentate - un discorso sul lavoro contemporaneo che coinvolga tutto l’ateneo trentino e la più ampia cittadinanza.
Le “esistenze” da un lato e le “resistenze” dall'altro sono i nuclei tematici attorno ai quali si svilupperanno i soggetti del ciclo di film proposto quest'anno, la cui inaugurazione è prevista per lunedì 14 marzo, con inizio alle ore 21, nell’aula Kessler (Facoltà di Sociologia, via Verdi 26, Trento).

La serata di apertura è un omaggio a Mario Monicelli, uno dei più grandi registi e sceneggiatori italiani, deceduto pochi mesi fa, che ne “I compagni” ha voluto raccontare la resistenza degli operai a Torino alla fine dell'Ottocento. Si prosegue con film e documentari che raccontano le condizioni di lavoro di uomini e donne, la messa in gioco delle loro esistenze e il tentativo di resistere per rivendicare il diritto al lavoro, ma soprattutto ad una piena cittadinanza.
Le proiezioni in programma metteranno a nudo la pervasività del lavoro nelle vite dei soggetti narrati e le condizioni di degrado e sfruttamento che sembrano persistere e proliferare nel mondo del lavoro contemporaneo: è il caso di “Oil”, video-inchiesta sulla raffineria Saras e sul suo impatto devastante per le persone e per l'ambi