SI RAFFORZA LA COLLABORAZIONE CON LA BIELORUSSIA

in
Firmato un accordo con l’Università di Minsk. La collaborazione già avviata per Informatica coprirà nuovi settori disciplinari
a cura dell’Ufficio Stampa dell’Università di Trento

Il 5 marzo 2010 l’Università di Trento ha ospitato una delegazione dell’Università statale della Bielorussia (la più nota e importante del Paese), che è stata accolta nel pomeriggio in Rettorato per una visita ufficiale, volta alla formalizzazione di una convenzione per rafforzare la cooperazione scientifica e didattica tra i due atenei. L’accordo generale e il protocollo per la mobilità studenti integrano e consolidano il quadro delle iniziative di collaborazione avviate tra i due atenei già dal 2000, a partire dal settore disciplinare delle ICT (Information and Communication Technologies).

A sottoscrivere il nuovo accordo sono stati il rettore della Belarusian State University, Sergey V. Ablameyko, e il rettore dell’Università di Trento, Davide Bassi, alla presenza della prorettore per i rapporti internazionali, Carla Locatelli e dei docenti che hanno promosso e coltivato negli anni l’accordo, i professori Maurizio Marchese e Fabio Casati. La mobilità di studenti e dottorandi tra i due atenei avviata in questi anni ha portato a risultati estremamente positivi. Negli ultimi nove anni a Trento sono arrivati in media 5 studenti all’anno, una decina di richieste di adesione al dottorato di ICT (di cui la metà sono state regolarmente accolte), e altre 5 richieste di iscrizione allo European Master in Informatics (di cui un paio all’anno sono state generalmente accolte).

Entrambe le università hanno dunque apprezzato l’alto livello di preparazione tecnica degli studenti in entrata, la loro autonomia, dedizione e serietà, ed hanno incoraggiato così l’estensione della collaborazione anche ad altri settori, come la Matematica, la Fisica, le Biotecnologie, le Scienze cognitive e, in generale, anche le discipline umanistiche. La firma della nuova convenzione è stata preceduta da una visita ufficiale che si è svolta lo scorso anno a giugno, durante la quale i vertici dell’ateneo bielorusso hanno avuto modo di visitare le Facoltà di Lettere e Filosofia, Sociologia, Scienze matematiche, fisiche e naturali e la Scuola di Studi internazionali, oltre al Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell’informazione.
Tra gli obiettivi del nuovo accordo, oltre a rafforzare lo scambio di docenti e l’organizzazione di seminari e scuole estive, quello di lavorare insieme per costituire a breve una nuova rete fra Trento e Minsk, che colleghi centri di ricerca e imprese nello sviluppo di progetti comuni.

Un approfondimento particolare sarà dedicato alla collaborazione nel settore delle ICT, quella che ha storicamente dato il via ai rapporti con la Bielorussia e che oggi si presenta già matura per un salto di qualità. Nei piani c’è infatti il progetto di