LA RICERCA NELL’INFINITAMENTE PICCOLO

in
Inaugurati i nuovi laboratori di Nanoscienze. Una realtà all’avanguardia sul piano internazionale
di Silvia Larcheri

Le Nanoscienze rappresentano un ambito di ricerca multidisciplinare in cui ricercatori con competenze diverse (Fisica, Chimica, Biologia) studiano i nuovi e sorprendenti fenomeni che la materia manifesta quando assume dimensioni piccolissime, dell’ordine dei nanometri.
Oltre a contribuire alla ricerca scientifica di base, le Nanoscienze continuano a suscitare notevole interesse poiché, intervenendo sulle caratteristiche microscopiche della materia, offrono la possibilità di modificare e migliorare le proprietà macroscopiche dei materiali stessi. La loro applicazione ha dato origine a un approccio tecnologico innovativo, quello delle Nanotecnologie, in grado di sviluppare nuovi sistemi miniaturizzati (materiali, dispositivi), progettandone direttamente la nanostruttura.

Nell’ambito di questa ricerca di frontiera, l’ateneo trentino ha guadagnato un’ottima visibilità internazionale grazie all’attività scientifica svolta dal Laboratorio di Nanoscienze, attivo dal 2006 presso il Dipartimento di Fisica dell’Università di Trento. Il laboratorio, coordinato dal professor Lorenzo Pavesi, è composto da 25 ricercatori, per lo più giovani pro