SVILUPPARE IL TURISMO TERRITORIALE

in
Il gruppo di ricerca eTourism del Dipartimento di Informatica e Studi aziendali partner di un progetto europeo
di Fabio Sacco

La scelta di sviluppare il prodotto turistico territoriale di una destinazione attorno al concetto di sostenibilità può portare davvero dei vantaggi competitivi? Se è vero che la domanda turistica internazionale è sempre più sensibile ai temi della sostenibilità ambientale e della responsabilità sociale, l’idea di progettare l’offerta di una destinazione coerente con questi valori può essere una scelta di differenziazione per sviluppare aree non ancora raggiunte dal turismo di massa. L’iniziativa comunitaria Listen to the Voice of Villages mira proprio a promuovere il turismo sostenibile in aree marginali e svantaggiate.

Dal gennaio dello scorso anno l’Università di Trento, con il gruppo di ricerca eTourism del Dipartimento di Informatica e Studi aziendali, è partner di questa iniziativa comunitaria appartenente al programma Central Europe. Il progetto nasce dalla volontà di valorizzare il potenziale turistico di alcune aree rurali dell’Europa Centrale, costruendo, a partire dal territorio, una strategia di governance e di sviluppo prodotto. La vocazione turistica di un territorio è, infatti, espressione della relazione dialettica e reciproca fra ambiente e comunità locale, dove per ambiente si intende l’insieme delle risorse naturali ed artificiali che costituiscono il patrimonio del territorio, sulle quali la potenziale destinazione può costruire la propria forza di attrattiva, mentre la comunità locale è rappresentata, naturalmente, dalle persone che vivono su quel territorio, e su di esso agiscono, diventandone parte integrante e fondamentale. In Trentino, le aree pilota, scelte dalla Provincia autonoma di Trento, capofila di Listen, e dall’Università di Trento, sono la Valle dei Mocheni, la Valle del Chiese e l’area del Tesino e Vanoi. Gli altri partner provengono da Austria, Germania, Repubblica Ceca, Polonia e Slovenia.

Il gruppo di ricerca eTourism, responsabile delle azioni di ricerca e di analisi, si è occupato della mappatura dei territori trentini e del coordinamento delle attività di analisi di tutti i partner. Il lavoro è stato finalizzato a definire un modello di management adeguato al profilo socio-economico dei territori, alla costruzione di un database delle risorse turistiche e alla mappatura dei sistemi di governance. Il team di lavoro, coordinato da Mariangela Franch e da Umberto Martini, ha successivamente svolto un’analisi di benchmark dei risultati ottenuti,