Da sinistra: Carla Locatelli, Remo Bodei, Maurizio Giangiulio.

I PARADOSSI DEL TEMPO

in
L’immagine del tempo da Sant’Agostino a Freud, da Leibniz a Newton. Lectio inauguralis alla Facoltà di Lettere e Filosofia
di Remo Bodei

L’immagine del tempo dominante nel nostro senso comune è costituita da una retta infinita sulla quale scorre, a velocità costante, un punto indivisibile e inesteso, il presente, che avanza separando in maniera irreversibile il passato, che gli sta alle spalle, dal futuro, verso cui procede. Si tratta, senza dubbio, di un’idea esemplarmente semplice e comoda, di cui ci serviamo continuamente e da cui è difficile staccarci. Ma è anche l’unica vera? Appena affrontiamo la questione, vediamo sorgere diver