SPORT IN MONTAGNA E IMPATTO SULLA SALUTE

in
Dal 12 al 14 novembre il CeBiSM organizza a Rovereto il terzo convegno internazionale per studiosi ed esperti del settore
di Federico Schena
Approfondimento: 

Montagna, sport e salute: sono le parole chiave su cui si basano gli studi e esperienze scientifiche che caratterizzano le attività del Centro Interuniversitario di Ricerca in Bioingegneria e Scienze Motorie (CeBiSM) a Rovereto.
La montagna è un interessante ambiente naturale per lo svolgimento di diverse attività sportive, che vanno dalle prestazioni di alto livello alla promozione della salute e del benessere ed è anche un intrigante laboratorio per lo studio delle risposte allo sforzo fisico finalizzato ad un corretto approccio per l’incremento della forma fisica attraverso opportuni programmi ed esercizi.

Il congresso internazionale “Mountain, Sport & Health”, giunto alla sua terza edizione, è ormai un punto di riferimento e di incontro dei tanti studiosi ed esperti che si occupano dei temi legati alla montagna ed è l’unico in Italia che ha consolidato la sua presenza nel tempo.
Organizzato dal CeBiSM a Rovereto dal 12 al 14 novembre 2009, con il coordinamento scientifico del professor Federico Schena, “Mountain, Sport & Health” vuole essere un rinnovato appuntamento di condivisione di conoscenze e di esperienze in relazione agli studi sullo sport in montagna rivolto a ricercatori, docenti, esperti di montagna, studenti e appassionati ed ha lo scopo di offrire un panorama aggiornato, dagli studi sperimentali di laboratorio alle applicazioni pratiche quotidiane, su diversi argomenti legati agli sport e alle attività di montagna e al loro impatto sulla prestazione e sulla salute.

Scienze dello sport, fisiologia, biomeccanica, medicina, scienze della salute e formazione sono i principali settori scientifici che saranno considerati nella prospettiva di una vita attiva.
Questa terza edizione intende offrire una significativa opportunità di aggiornamento scientifico e culturale a tutti gli esperti e agli operatori che si muovono nell’ambito delle attività sportive realizzate in ambiente montano. L’articolazione in ben otto simposi con relatori provenienti da oltre dieci nazioni consentirà di fare il punto sulle attuali conoscenze scientifiche senza perdere la possibilità, nella discussione finale, di offrire anche una dimensione di ricaduta diretta dei contenuti culturali sulle attività formative, sportive e turistiche di immediato interesse anche a livello locale.

Un particolare rilievo verrà dato ai recenti studi sulle risposte funzionali alle condizioni di ipossia (riduzione del contenuto di ossigeno nell’aria), per i quali presso il CeBiSM è stato realizzato uno dei laboratori più avanzati a livello internazionale che già hanno portato a Rovereto diversi gruppi di ricercatori da vari Paesi europei.
Si parlerà anche di sport olimpici invernali, delle diverse forme di locomozione in montagna, di strumentazioni e tecnologie per gli sport di montagna, di promozione della salute e dei limiti funzionali alla prestazione fisica.

Sono previste anche sessioni poster a partecipazione libera che daranno la possibilità ai giovani ricercatori di presentare i propri studi.
Il programma prevede inoltre l’organizzazione di due eventi speciali aperti, oltre che agli iscritti al congresso, a tutti gli appassionati di montagna denomina