COPYRIGHT: PASSA PER TRENTO LA SUMMER SCHOOL DELLA BOCCONI

in
Il primo modulo della Transatlantic Intellectual Property Academy si è tenuto alla Facoltà di Giurisprudenza
di Roberto Caso

Dal 19 al 25 giugno scorso si è svolto, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Trento, il primo dei tre moduli della terza edizione della Transatlantic Intellectual Property Academy (TIPSA). L'Academy è una summer school promossa - con il contributo dello European Patent Office - dall'Università Luigi Bocconi di Milano, che quest’anno ha scelto come partner dell'iniziativa formativa il nostro ateneo e la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa.

Lo scopo della TIPSA è quello di offrire, con metodo interdisciplinare e prospettiva internazionale, una ricognizione critica della "proprietà intellettuale", espressione in questo contesto intesa nella sua accezione allargata che comprende: brevetti per invenzione (patent), diritti d'autore (copyright) e marchi (trademarks). I destinatari del corso, che ha una durata complessiva di due settimane, sono sia italiani sia stranieri, laureati e laureandi in Giurisprudenza, laureati in Economia e laureati in Ingegneria.

Per questa terza edizione, i coordinatori scientifici della scuola hanno individuato la Facoltà di Giurisprudenza di Trento come sede del primo e più consistente modulo formativo (cinque giornate di lavoro, ciascuna composta di sei ore, tre mattutine e tre pomeridiane, di lezione in inglese). Il modulo trentino è stato dedicato all'esplorazione delle problematiche più rilevanti della proprietà intellettuale nell'ambito della ricerca scientifica accademica ed industriale, con particolare riferimento alla dimensione digitale e telematica.

Grazie alla partecipazione di studiosi provenienti dall'estero (USA, Canada, Francia e Spagna), da varie università italiane, nonché dalla Facoltà di Giurisprudenza di Trento, gli iscritti hanno potuto assaggiare la complessità della materia della proprietà intellettuale, la sua dimensione internazionale, i conflitti politici ed economici che si agitano a ridosso del processo di produzione delle regole, il nesso strettissimo tra evoluzione della tecnologia, mutamento della struttura dei mercati e cambiamento delle norme.

Dopo un'introduzione tesa ad offrire lo strumentario metodologico di base (nell'ambito del quale rivestono grande rilievo la comparazione giuridica, l'analisi economica e la lettura in chiave di law and technology), sono state affrontate tematiche come i brevetti sul software e sulle biotecnologie, il copyri